PELLE GRASSA E ACNEICA?

La pelle grassa è un biotipo cutaneo sgradevole che crea frequentemente imbarazzo. Questa condizione è dovuta ad un’iperseborrea cioè ad un’eccessiva produzione di sebo e l’origine è talvolta costituzionale ma spesso frutto di errori nella gestione della cosmesi quotidiana.


ECCO LA SOLUZIONE >

PROBLEMI DI CELLULITE?

Averne provate tante contro la cellulite non significa aver percorso la strada giusta. La cellulite è una patologia in continua evoluzione, richiede quindi, sempre un intervento terapeutico con una corretta diagnosi: solo così si potrà, insieme, raggiungere l’obiettivo.


ECCO LA SOLUZIONE >

MACCHIE CUTANEE?

La pelle è esposta continuamente a numerose aggressioni che, unite all’invecchiamento cutaneo fisiologico, possono indurre la comparsa di discromie o macchie. Un’indagine accurata permetterà di comprendere quali cause ne hanno portato alla comparsa e di definire così il corretto intervento terapeutico.


ECCO LA SOLUZIONE >

Vuoi perdere peso?

Seguire una dieta studiata sulla propria persona, con un piano alimentare specifico per i propri bisogni, è quanto servirebbe ad ognuno di noi per vivere sani ed in forma. d ognuno la sua dieta però, visto che tutti siamo differenti, e non solo in termini di età, statura e peso.


ECCO LA SOLUZIONE >

Denti macchiati?

In un’epoca in cui il perseguimento della bellezza è fondamentale, avere un bel sorriso ci aiuta a migliorare i nostri rapporti interpersonali, ci fa sentire più sicuri di noi stessi.


ECCO LA SOLUZIONE >

Seguici su

Dieta del DNA: istruzioni per l’uso

Dieta del DNA: istruzioni per l’uso

Nuove ricerche nel campo della genetica hanno portato negli ultimi anni all’elaborazione di una dieta del DNA basata sulla combinazione tra genetica e nutrizione. Tale dieta del DNA, essendo regolata sul proprio patrimonio genetico, consente di definire un regime alimentare specifico al metabolismo di ognuno.

Infatti, non tutte le diete danno gli stessi risultati alle persone che le seguono: questo è dovuto in larga parte ai geni che compongono il nostro DNA e regolano in nostro organismo in modo univoco. Questa specificità si applica anche ai nutrienti e la scienza che combina la genetica alla nutrizione si chiama nutrigenetica.

Con la nutrigenetica è possibile capire quali sono i cibi che consentono di perdere peso e mantenerci in salute e quali è meglio evitare.

Dieta del DNA, come ottenerla?

Per avere una dieta del DNA è necessario sottoporsi a un test nutrigenetico che metterà in mostra gli alimenti alleati del nostro metabolismo. Nei centri Medical Pro Forma è possibile sottoporsi a un test che analizza i 26 poliformismi, o variazioni genetiche, più diffusi tra la popolazione.

In questo modo, sarà poi possibile procedere alla stesura della propria dieta del DNA che andrà a seguire un programma personalizzato sulla base delle necessità nutrizionali richieste dal nostro organismo. Inoltre, tale dieta è atta a contrastare i radicali liberi, molecole che, avendo perso un elettrone, aggrediscono le altre molecole “sane”, intaccando non solo il metabolismo, ma anche tutta la struttura del corpo che incide poi sulla salute e l’invecchiamento.

Gli obiettivi della dieta del DNA

Gli obiettivi raggiungibili tramite una dieta del DNA sono molteplici:

  • Raggiungimento del peso forma
  • Mantenimento duraturo del proprio peso
  • Prevenzione di patologie dovute a variazioni genetiche
  • Miglioramento generale della salute e del benessere
  • Mantenimento, a livello cellulare (e quindi poi a tutti i livelli), della giovinezza.

 

Infatti, la nutrigenetica ha dimostrato come l’assunzione quotidiana di determinate sostanze nutritive possa, insieme all’ambiente in cui si vive e ad altre abitudini più o meno sane, decifrare il codice genetico e portare a delle variazioni che, seppur piccole, possono determinare l’insorgere di alcune patologie.

Per questo, la nutrigenetica disegna una dieta del DNA che può essere considerata come un “libretto di istruzioni” personale, specifico e adatto al metabolismo e, più in generale, all’organismo di ognuno di noi.

No Comments

Leave a Reply